Slider

Cos’è il Mental Training?

 
La prima cosa da dire è che gli interventi di Psicologia dello Sport non sono interventi CLINICI, nel senso che non si “analizzano” la famiglia, il passato o aspetti psicopatologici degli atleti, ma si FOCALIZZA sulla PRESTAZIONE SPORTIVA e sul RAGGIUNGIMENTO DI OBIETTIVI.
 
Il Mental Training è un vero e proprio Allenamento Mentale che mira a sviluppare, potenziare e ottimizzare le Abilità mentali di un atleta: per raggiungere Performance di Alto livello, oltre a essere consapevoli delle proprie capacità fisiche (come forza, resistenza, elasticità, coordinazione, etc..) è sempre più NECESSARO padroneggiare anche le proprie Capacità Mentali (come Attenzione, Concentrazione, Emozioni, etc..).
 
Un percorso di Mental Training consiste nell’aiutare un atleta a conoscere meglio le proprie Abilità Mentali, valutare i margini di miglioramento di queste abilità e creare un programma di allenamento Individuale e Personalizzato costruito sulle SPECIFICHE peculiarità di quell’Atleta.
 
In quali casi è utile un percorso di Mental Training?
 
Ad esempio quando:
Si vogliono Migliorare le proprie Prestazioni
Si è in Crisi di risultati per motivi NON legati a condizioni fisiche o mediche
Le Emozioni (come l’ansia o la paura prima di una gara) diventano un Ostacolo alla prestazione, invece di esserne un Valore Aggiunto
Le prestazioni in gara sono nettamente Inferiori rispetto a quelle in allenamento
 

Cosa c’è oltre al Mental Training?

 
Oltre all’allenamento mentale uno “Psicologo dello Sport” può ad esempio aiutare un atleta a pianificare e raggiungere i propri obiettivi sportivi, gestire i cali motivazionali, gestire i rapporti con i compagni di squadra/allenatore/famigliari; può accompagnare un atleta durante il periodo di recupero dopo un infortunio e aiutarlo a sviluppare il proprio Personal Branding (Scopri cos’è!).
 
Alcuni tra le gli Strumenti/Tecniche/Strategie maggiormente utilizzati sono, ad esempio:
 
Il GOAL SETTING,
un processo di PIANIFICAZIONE per raggiungere specifici OBIETTIVI in un periodo di tempo concordato e definito. Seguendo la pianificazione “SMART” si concordano obiettivi SPECIFICI, MISURABILI, RAGGIUNGIBILI, REALISTICI e TEMPORALMENTE CIRCOSCRITTI, suddivisi su un continuum temporale a BREVE, MEDIO e LUNGO termine. Per ogni fase sono previsti dei momenti di valutazione che permettano di monitorare il raggiungimento (o meno) degli obiettivi per capire dove eventualmente intervenire.
 
Il SELF-TALK,
o dialogo interno, si riferisce a pensieri e parole che gli atleti dicono a loro stessi, ad alta voce e nella propria mente. A tutti quanti noi capita di “parlare con noi stessi”, per ragionare meglio o per rassicurarci. Questo DIALOGO INTERNO può essere usato per “potenziare” la CONCENTRAZIONE, l’ATTENZIONE e restare FOCALIZZATI nei momenti cruciali di un incontro. Ricerche condotte su atleti professionisti hanno messo in evidenza come un dialogo interno POSITIVO possa influenzare positivamente una performance; la capacità di “influenzare” la propria mente con frasi o immagini positive è una delle “tecniche” più facili ed efficaci per gli atleti di nello SVILUPPARE le proprie abilità psicologiche.
 
Il PERFORMANCE PROFILE,
consiste nella creazione di un PROFILO PRESTAZIONALE di un singolo atleta o di una intera squadra. Utilizzando specifici parametri viene creato su un PROFILO DIGITALE dei punti di forza e di debolezza, evidenziando le aree di eccellenza e potenziale miglioramento su cui intervenire. Questo permette inoltre di mettere in risalto eventuali discrepanze tra le valutazioni personali dell’atleta (e/o dell’allenatore) e la realtà; elaborando PERFORMANCE PROFILE periodici è possibile MONITORARE nel tempo i miglioramenti dell’atleta (e/o della squadra).
 
Gli ANCORAGGI,
sono dei processi di associazione “para-ipnotici” tra una sensazione fisica e una risposta interna. Viene utilizzato sfruttando uno stimolo sensoriale memorizzato per portare ad un cambiamento nello stato d’animo. Il processo di ancoraggio consiste nel selezionare STATI EMOTIVI specifici (spesso sperimentati in un contesto ottimale e guidato) da poter richiamare “a comando” nei momenti di maggior utilità, attraverso gesti o frasi concordati. Gli ancoraggi sono dei potenti strumenti per creare immediati cambiamenti temporanei che posso fare la differenza in una competizione sportiva
 
Scopri cosa propongo per gli Atleti..